SEI UNA PERSONA ACIDA? SCOPRILO INSIEME AD UN’ESPERTA

SEI UNA PERSONA ACIDA?

SCOPRILO INSIEME AD UN’ESPERTA

sei-una-persona-acida

Quando l’acidità non è

un problema di stomaco

SuperAle quadrata

By Super ALE

Ti hanno mai detto che sei una persona acida?
Qualche volta capita, e nella maggior parte dei casi è anche vero.
L’hanno detto anche a me, ma non credo queste critiche siano sempre motivate.
Se hai subito l’accusa di avere una personalità acida e vuoi scoprire se è vero, seguimi.
In questo articolo andremo a far chiarezza su queste insinuazioni e ti darò dei consigli su come migliorare la situazione.
Come dice spesso Lucy, l’amica di Snoopy e Linus:

“non si tratta sempre di acidità, ma a volte di dolcezza andata a male”.

Per capire se sei una persona acida non bisogna limitarsi a valutare le occasioni in cui perdi le staffe e cominci a sputare fiamme come un drago ma devi analizzare il contesto un po’ più nel suo complesso.

Che cosa è successo:

hai risposto piccata sul posto di lavoro?

Volevi strangolare i tuoi figli quando ti hanno buttato giù presto dal letto la domenica mattina?

Hai pronunciato battutine avvelenate quando è arrivata tua suocera all’improvviso?

Anche a me capita spesso di lanciare frecciatine a chi mi importuna mentre lavoro, ai miei famigliari quando mi trattano come una cameriera e agli opportunisti in genere che cercano di fregarmi o di appiopparmi qualche nuova incombenza.

Cerchiamo di chiarire se sei davvero una persona acida o una vittima delle circostanze.

Gli altri ti fanno spesso richieste di aiuto?

I tuoi famigliari sono abituati a trovarsi la pappa pronta?

Il tuo capo ti può chiamare a qualsiasi ora del giorno e della notte e tu rispondi?

Se la risposta è sì anche a una sola di queste domande, forse non sei una persona acida, sei così abituata a mettere in gioco tutta te stessa per compiacere gli altri che rinunci alle tue esigenze e alla tua libertà. Quando il bicchiere è troppo pieno naturale che alla fine trabocchi.

Psicologia e attitudini

Non sono una psicologa ma siccome me lo hanno detto tante volte, mi sono fatta due idee leggendo qua e là sulla psicologia delle persone acide o quanto meno sulle situazioni che le rendono tali.

Non esistono geni che creano acidità, quindi nessuno nasce acido ma lo diventa. I fattori originari sono di tipo familiare e legati all’ambiente in cui si è cresciuti e in cui si vive. Altri indicatori che incidono sono lo stress e il carattere.

La scienza spiega che le persone acide in realtà nascondono una personalità molto sensibile. Si tratta di individui dolci che non sono riusciti a trasmettere il loro amore. Hanno creato una finta corazza e assumono comportamenti aggressivi e freddi per difendersi da tutto: la cattiveria è usata per nascondere, in genere, una natura molto fragile e un carattere insicuro per il timore di fallire e commettere errori. L’acidità agisce da scudo per difendersi.

Le persone acide mettono alla prova gli altri per vedere se sono disposti a farsi trattare male: il punto è che vogliono andarci caute. Per evitare di essere ferite a loro volta, giocano in attacco e difesa al tempo stesso.

Si dice inoltre che siano molto intuitive, più della media, e che riescano quindi a capire se la persona che gli sta davanti è di fiducia o meno. Questa qualità è un’arma a doppio taglio perché se da un lato aiuta a riconoscere le persone di fiducia, dall’altro rende diffidenti.

Verifica se hai una personalità acida con questo TEST divertente.

Consigli

Sarai d’accordo con me nell’affermare che non fa piacere a nessuno sentirsi trattato male.

Non ci sono pillole magiche per curarsi per chi ha una personalità acida, se siamo quindi predisposti a questo tipo di comportamento, cerchiamo di scoprire come guarire da questa “patologia”.

Otto consigli per smettere di essere persone acide:

  1. Dialogo. Non accumulare rancore, ma cercare di comunicare le cose che ci irritano e chiarire subito le perplessità.
  2. Letture. La conoscenza è alla base di tutto: si comincia da piccoli a imparare e si prosegue per tutta la vita. Ogni informazione è preziosa e può tornare utile al momento opportuno.
  3. Soluzioni. Cercare di risolvere i problemi piuttosto che fissare il focus sulle difficoltà, queste creano emozioni negative che rendono nervosi ed arrabbiati.
  4. Consapevolezza. Vivere situazioni di particolare stress con il giusto mindset impegnandosi ad alleviarlo con la meditazione
  5. Rilassamento. Quando si è agitati, controllare la respirazione. Per restare calmo appoggiate la mano sulla pancia e controllate che si sollevi.
  6. Tempo. Quando sei particolarmente occupato e senti la necessità di una pausa, ritagliati dei momenti per disconnetterti. Renditi irreperibile e isolati da qualsiasi fonte di disturbo (spegni telefono, pc, mettiti in un luogo appartato, ecc.).
  7. Hobby. Dedicare del tempo all’attività fisica o culturale ci fa stare bene. Quando ci si sente appagati si affrontano le situazioni con più energia.
  8. Pianificazione. Organizzare gli impegni della giornata ci permette di essere più efficienti. Una quantità eccessiva di compiti però, porta ad un sovraccarico che ti può far scoppiare. Se ti accorgi che gli impegni sono superiori alle tue possibilità fai un passo indietro e rifiuta o delega.

Scopri come applicare tutti questi consigli contemporaneamente, grazie all’IKIGAI.

L’esperta si racconta

Fino ad alcuni anni fa non ci facevo più di tanto caso quando mi dicevano che sono acida, ma quando hanno iniziato anche le mie figlie a ripetere alcune mie risposte, mi sono messa in discussione ed è scattata in me una molla.

Mi son chiesta:
non vorrai mica che l’acidità diventi un vizio di famiglia?

Da qui è cominciato un percorso di crescita personale.

Durante la settimana mi alzo presto e con la casa in assoluto silenzio pratico yoga. La musica fa da sottofondo e mi aiuta a svuotare la mente. Lentamente i muscoli si sciolgono, le tensioni si alleviano e mi carico di energia positiva, SONO PRONTA PER AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA. Prova il percorso calmo e coccolato.

Di pomeriggio poi, se posso, faccio qualche passeggiata e mentre cammino ascolto video istruttivi.

Ho scoperto un libro che mi fornisce preziosi spunti, s’intitola “COME TRATTARE GLI ALTRI E FARSELI AMICI” di Dale Carnegie. E’ stato pubblicato la prima volta in America nel 1937, quasi 100 anni fa. Come i rimedi della nonna, i suggerimenti di questo testo sono ancora così attuali.

Infine l’iscrizione a Liberi dal Lavoro.

Tutti i giorni leggo post degli iscritti e tutti hanno la stessa caratteristica:

LA GENTILEZZA

Quello che forse mi mancava era l’ambiente sano e potenziante, così sono andata a cercarlo.

La cortesia è all’ordine del post e diventa CONTAGIOSA, come la risata.

Le persone acide non ci sono.

Gli iscritti mettono a disposizione tempo e conoscenze senza pretese, nessuno si approfitta degli altri.

Il sentiero che sto seguendo mi porta passo dopo passo ogni giorno verso la meta.

E presto arriverà la svolta:

l’ACIDITA’ che c’è in me si scioglierà e si trasformerà nel MIELE PIU’ DOLCE CHE NESSUNO ABBIA MAI ASSAGGIATO, SuperALE

commenti




torna alla home page

3 commenti su “SEI UNA PERSONA ACIDA? SCOPRILO INSIEME AD UN’ESPERTA”

  1. (L’acidità) è direttamente proporzionale allo stile di vita che conduciamo. Siamo stati abituati a correre, correre, correre. Siamo sempre pieni di impegni e non ci fermiamo mai. Lo stress è la diretta conseguenza e si diventa sempre più aspri, duri e privi di emozioni positive.

    Prendendo in mano la nostra Vita possiamo ritornare al cuore e alla serenità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *